ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo, tensioni interetniche acuite nel nord

Lettura in corso:

Kosovo, tensioni interetniche acuite nel nord

Dimensioni di testo Aa Aa

Le relazioni interetniche nel nord del Kosovo sembrano essersi deteriorate: un dialogo tra le parti è più che mai necessario. Così il rappresentante speciale delle Nazioni Unite nella regione Lamberto Zannier, nel corso di una riunione al Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Nell’insieme la situazione in Kosovo – ha riferito – resta “complessa, ma stabile”.

“La stabilità e la prosperità del Kosovo nel lungo termine – ha affermato Zannier – sono strettamente legate a quelle dei suoi vicini e la partecipazione alle iniziative che promuovono la cooperazione regionale è la chiave per lo sviluppo necessario a garantire una pace duratura nella regione e la speranza di un futuro migliore per la sua gente”.

Il Kosovo sta attraversando la sua più grave crisi politica dall’autoproclamazione dell’indipendenza. Elezioni legislative anticipate sono previste per il 12 dicembre a seguito della mozione di sfiducia votata dal Parlamento contro l’esecutivo di Hashim Thaci.

Lo scorso settembre, l’Assemblea generale dell’Onu ha approvato una risoluzione comune Serbia-Unione Europea che prevede l’avvio di un dialogo fra Belgrado e Pristina.