ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq. Accordo per governo di unità nazionale, eletto il presidente del parlamento

Lettura in corso:

Iraq. Accordo per governo di unità nazionale, eletto il presidente del parlamento

Dimensioni di testo Aa Aa

I volti non sono nuovi, ma l’accordo in Iraq c‘è. Talabani, al Maliki, Allawi sono i protagonisti dell’intesa che mette fine a uno stallo di otto mesi, ossia dalle elezioni.

Lo sciita Nouri Al Maliki otterrà un secondo mandato da primo ministro nei prossimi giorni, il curdo Jalal Talabani resterà capo dello Stato. La prima designazione ufficiale quella del sunnita Oussama al Noujaifi a presidente del parlamento. Al Noujaifi fa parte del blocco iracheno, partito dell’ex premier Iyad Allawi. Quest’ultimo ottiene la presidenza del consiglio per le politiche strategiche.

L’accordo per un governo di unità nazionale dovrebbe contribuire a portare la calma nel Paese e a migliorare le relazioni con l’Iran.

“Non c‘è dubbio che la formazione di un nuovo governo in Iraq giovi all’Iran”, afferma Hossein Rouyvaran, espertô di Medio Oriente. “L’Iran ha sempre interagito con alcune parti della società irachena, mentre altri, specialmente gli arabi sunniti, erano esclusi dai colloqui con l’Iran, ora invece quest’ultimo ha una nuova opportunità, interagire anche con questi gruppi”.

Gli Stati Uniti, che dovrebbero ritirare circa 50mila soldati dispiegati in Iraq entro la fine dell’anno prossimo, hanno lodato l’accordo definendolo “un grande passo avanti”.