ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bosnia-Erzegovina, insediata presidenza tripartita

Lettura in corso:

Bosnia-Erzegovina, insediata presidenza tripartita

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è insediata a Sarajevo la nuova presidenza tripartita della Bosnia-Erzegovina. Ne fanno parte l’esponente serbo Nebojsa Radmanovic e quello croato Zeljko Komsic, riconfermati nell’incarico
alle politiche dello scorso ottobre, e il neoeletto membro musulmano Bakir Izetbegovic. Per tutti e tre l’integrazione europea del Paese è una priorità.

Radmanovic, che per i prossimi otto mesi sarà il presidente di turno dell’organo collegiale, ha invitato tuttavia la comunità internazionale a lasciare ai responsabili locali il compito di trovare i compromessi necessari. “L’Europa – ha affermato – dovrebbe darci consigli, aiutarci, offrirci molteplici soluzioni che soddisfino gli standard europei e non imporre soluzioni definitive e fare quindi da arbitro tra noi”.

“Tutti noi della regione siamo interessati ad avanzare verso l’adesione all’Unione Europea” ha commentato Bakir Izetbegovic, figlio del defunto presidente bosniaco Alija e considerato un moderato. “Non ci sarà progresso senza una vera cooperazione regionale tra i paesi che condividono i confini”.

L’Europa chiede, tra i vari punti, il rafforzamento delle istituzioni centrali del Paese, che ha un’archittetura amministrativa e politica complessa. Diversi tentativi di riforma in tal senso, sostenuti da Bruxelles e Washington, non sono andati a buon fine negli ultimi anni.