ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al via il G20 di Seul: si prevede battaglia sui cambi

Lettura in corso:

Al via il G20 di Seul: si prevede battaglia sui cambi

Dimensioni di testo Aa Aa

La guerra delle monete è al centro del G20 che si apre a Seul, in Corea del Sud. L’appuntamento riunisce i paesi più industrializzati e le economie che un tempo venivano definite emergenti e che ormai occupano il centro della ribalta, come la Cina o il Brasile.

L’Unione Europea esorta Washington e a Pechino a cercare un accordo sui cambi, evitando la tentazione del protezionismo:

“Tutti dovrebbero orientarsi verso sistemi di mercato a tasso di cambio determinato che riflettano i fondamentali economici, astenendosi da svalutazioni competitive delle valute – ha detto il Presidente della Commissione Europea José Manuel Durao Barroso – Nessuno dovrebbe inseguire la crescita a spese degli altri”.

Sulle politiche monetarie e la correzione degli squilibri delle bilance commerciali le posizioni sono molto distanti, ancora. Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è arrivato a Seul con la ferma intenzione di ottenere dalla Cina la svalutazione dello Yuan, ma il suo omologo Hu Jintao lo ha già escluso. Gli sherpa sarebbero comunque ancora al lavoro per avvicinare le posizioni.