ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Esce negli USA il libro di Bush junior

Lettura in corso:

Esce negli USA il libro di Bush junior

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ex presidente degli Stati Uniti George Walker Bush torna alla ribalta mediatica dopo due anni di silenzio. Esce negli Stati Uniti il suo libro di memorie Decision points.

Il volume ha suscitato grande entusiasmo in America, tanto che gli aspiranti lettori hanno fatto ore idi fila nei punti vendita per essere sicuri di aggiudicarsene una copia:

“Mia moglie mi ha preso il posto alle due – dice un acquirente – Così, quando sono arrivato, dopo il lavoro, ero il primo in fila”.

“Non vediamo l’ora di incontrare il presidente Bush, cioè l’ex presidente. Sono qui dalle 4.30” dice una donna.

Bush parla tra l’altro dell’intevento in Iraq. L’ex inquilino della Casa Bianca rivela di essere rimasto sorpreso dopo aver scoperto gli abusi commessi dall’esercito statunitense nella prigione di Abu Ghraib. Il presidente sostiene di aver visto le foto sul trattamento degradante riservato ai detenuti solo nel momento in cui vennero pubblicate dalla stampa. Secondo Bush l’allora ministro della difesa Donald Rumsfeld lo avrebbe tenuto all’oscuro.

Nel libro confessione Bush giustifica certe scelte, contestate anche da parte degli alleati atlantici, come il ricorso al waterboarding, o simulazione di annegamento, durante gli interrogatori. Per Bush figlio le informazioni ottenute con queste torture avrebbero consentito di sventare due attentati nella capitale britannica, oltre che attacchi contro sedi diplomatiche e contro diversi obiettivi negli Stati Uniti. Bush figlio continua a non considerare tale pratica come una tortura.