ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ultimatum di Fini. Berlusconi: mi voti contro in parlamento

Lettura in corso:

Ultimatum di Fini. Berlusconi: mi voti contro in parlamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora uno strappo. Stavolta sembrerebbe quello da knock-out, ma la richiesta di dimissioni di Fini ha già avuto una risposta da parte del Premier: io resto, se vuole mi voti contro in Parlamento ha detto Berlusconi.

L’ultimatum declamato da Gianfranco Fini davanti alla platea di Futuro e Libertà è accolto con durezza nel Pdl:

“Questo si deve fare con un dibattito parlamentare” ha detto Franco Frattini. “Si deve fare in parlamento e non con un dictat espresso dal podio di un comizio politico”.

L’attacco del rivale aiuta paradossalmente Silvio Berlusconi a spostare l’attenzione da scandali e gaffe verso il piano politico. Ma le mosse di Fini trovano una spalla nel centro cattolico di Pierferdinando Casini.

“Diciamo alle forze di maggioranza svegliatevi. Uscite dalla vostra sindrome di autosufficienza perché sta andando a rotoli”.

Il rapporto-scontro Fini-Berlusconi tiene in scacco il dibattito politico del Paese da mesi e vive un logoramento di giorno in giorno più violento. Tra i due litiganti, la Lega Nord sembra il soggetto destinato a decidere le sorti dell’esecutivo.