ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Myanmar. Scontri dopo il voto fra l'esercito e i ribelli karen

Lettura in corso:

Myanmar. Scontri dopo il voto fra l'esercito e i ribelli karen

Dimensioni di testo Aa Aa

All’indomani delle elezioni in Myanmar si sono verificati scontri fra l’esercito e gruppi appartenenti alla minoranza karen. Gli incidenti avrebbero provocato alcuni morti. Secondo fonti ufficiali sarebbero stati i ribelli ad attaccare per primi i soldati con armi pesanti e i militari avrebbero risposto al fuoco.

L’Esercito Buddhista Democratico Karen protesta contro la decisione del governo di privare le minoranze etniche del diritto di voto per queste elezioni che sono state le prime che la giunta militare abbia autorizzato negli ultimi vent’anni.

Epicentro delle violenze la città di Myawaddy, nell’est del paese, al confine con la Tailandia. Un migliaio di persone avrebbe attraversato la frontiera per sfuggire ai combattimenti.

Senza sorprese i partiti vicini alla giunta dovrebbero risultare i vincitori dello scrutinio. Un sistema elettorale estremamente complesso preserva i militari dalla perdita del potere che esercitano da mezzo secolo. L’opposizione rappresentata dalla Lega Nazionale per la Democrazia della premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi ha boicottato le urne.