ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, a 8 mesi dal voto forse un nuovo governo

Lettura in corso:

Iraq, a 8 mesi dal voto forse un nuovo governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Otto mesi dopo le elezioni, forse un nuovo governo in Iraq: a Iyad Allawi, uscito vincitore dalle urne, la presidenza del Parlamento, Nuri al Maliki di nuovo primo ministro e Jalal Talabani ancora capo dello Stato.

Questi i termini dell’accordo tra sciiti e curdi al vertice di Arbil, nel nord del paese.

Giovedì il voto in parlamento.

“Auspichiamo una riconciliazione nazionale nel rispetto degli obblighi costituzionali”. ha commentato il primo ministro Al Maliki, “e dei diritti di ognuno, con un solo obiettivo: restare sotto lo stesso tetto”.

E nello stesso giorno del vertice, intanto, nel paese continuano le violenze.

A Kerbala, 110 chilometri a sud di Baghdad, è esplosa un’autobomba che ha fatto almeno 10 vittime, tra cui alcuni pellegrini iraniani. Ferite una quarantina di persone.

E un secondo attacco suicida in un’altra città santa sciita, Najaf, avrebbe provocato altri 3 morti e diversi feriti.