ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I sistemi giudiziari in Europa

Lettura in corso:

I sistemi giudiziari in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

La commissione per l’efficienza della giustizia al Consiglio d’Europa ha appena pubblicato il suo quarto rapporto: Come vanno allora i sistemi giudiziari europei?

Paragonare non significa classificare. All’inizio la commissione mette subito in chiaro le cose: il suo obiettivo non di sorvegliare i sistemi giudiziari dei 47 stati membri del consiglio d’Europa e di stabilire i dieci migliori sistemi, ma piuttosto di fornire ai cittadini servizi giudiziari efficaci. Il rapporto mette in evidenza il bilancio annuale di ogni stato. Sono presi in esame i quelli dei paesi europei eccetto la Germania.

Nel 2009 il Regno Unito ha avuto a disposizione un bilancio di oltre 160 euro per abitante. Segue la Spagna con 86 euro, la Francia ha solo 60 euro pro capite. Un grande bilancio non é tuttavia sinonimo di una migliore giustizia, dicono gli esperti. La qualità e la performance di un sistema giudiziario dipende anche dal numero dei magistrati in servizio e dal suo livello di informatizzazione.

L’accesso alla giustizia é un altro importante indicatore. Senza dimenticare l’aiuto offerto dagli Stati a chi non ha i mezzi sufficienti per pagare un avvocato quando hanno a che fare con la giustizia.

Secondo la Commissione l’aiuto legale, almeno nel settore penale, é presente in tutti i paesi studiati nel rapporto.
In media oltre 1500 cittadini hanno ricevuto un aiuto ogni centomila abitanti nell’Unione europea durante il 2008. In Grabn Bretagna si é registrato il più alto numero di casi con oltre 13 mila persone che hanno beneficiato degli aiuti di Stato.

Infine il rapporto evidenzia l’attenzione di cui sono fruiscono alcuni soggetti vulnerabili.

Per saperne di più un numero verde e un sito sono a vostra disposizione.