ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aggredito a Mosca giornalista Kommersant

Lettura in corso:

Aggredito a Mosca giornalista Kommersant

Dimensioni di testo Aa Aa

È solo l’ultima aggressione a danno di giornalisti russi. Oleg Kashin, 30 anni, reporter di Kommersant è ricoverato in gravi condizioni dopo essere stato colpito da due sconosciuti davanti alla sua casa di Mosca. Il direttore del quotidiano moscovita parla di agguato legato alla sua attività professionale. “Era cosciente dopo l’aggressione, è stato lui stesso a chiamare i soccorsi – racconta il giornalista Ilya Azar -, poi i dottori hanno detto che all’arrivo in ospedale non ricordava quanto avvenuto”.

In ospedale i medici lo hanno posto in coma farmacologico. Kashin ha riportato fratture multiple alle gambe, alla mascella, è stato ferito alla testa e alle mani, ma non è gli è stato rubato nulla, né soldi, né documenti. 30 anni, cronista politico, si era occupato in particolare delle manifestazioni dei partiti dell’opposizione messi al bando.

Il mese scorso centinaia di persone si sono riunite a Mosca per commemorare l’assassinio di Anna Politkovskaya, uccisa nel 2006. Uno degli omicidi di giornalisti russi di alto profilo ancora irrisolti, in un Paese considerato ad alto rischio per l’informazione.