ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tbilisi accusa Mosca: smantellata rete di spie

Lettura in corso:

Tbilisi accusa Mosca: smantellata rete di spie

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuove schermaglie tra Mosca e Tbilisi, sullo sfondo, questa volta, di un caso di spionaggio. La polizia georgiana ha arrestato tredici persone, tra cui quattro cittadini russi, con l’accusa di lavorare per i servizi segreti di Mosca.

Il ministero degli Interni sostiene che le spie avessero iniziato la loro attività prima ancora della breve guerra che oppose i due paesi nell’estate 2008. Tra gli arrestati ci sarebbero sei piloti dell’aviazione militare georgiana, che avrebbero diffuso informazioni riservate sull’equipaggiamento dei velivoli e le modalità delle esercitazioni.

Mosca smentisce e parla di una montatura confezionata ad arte dal governo Saakashvili per boicottare il summit tra Russia e Nato che si terrà a Lisbona il 19 e il 20 novembre.

Gli arresti, avvenuti nella località di Achara, nel sud ovest del paese, hanno un precedente nel 2006, quando Tbilisi fermò quattro militari russi e dodici cittadini georgiani con l’accusa di spionaggio. Un episodio che contribuì ad esasperare i già tesi rapporti con Mosca, due anni prima che le truppe russe invadessero il territorio georgiano per sostenere i separatisti dell’Ossezia del Sud.