ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costa d'Avorio: Gbabgo in testa, Bédié chiede riconta

Lettura in corso:

Costa d'Avorio: Gbabgo in testa, Bédié chiede riconta

Dimensioni di testo Aa Aa

Bloccare lo scrutinio e ricontare tutti i voti da capo. E’ la richiesta di Konan Bédié che spezza il clima di calma delle elezioni in Costa d’Avorio.

Candidato alle presidenziali tenutesi domenica scorsa per il ‘Partito Democratico della Costa d’Avorio’, Bédié ha denunciato la volontà di manipolare lo scrutinio a poche ore dall’annuncio dei risultati, quando il conteggio lo dava terzo. Un secondo turno è previsto per il 28 novembre. I militanti del partito chiedono trasparenza.

“Non accetteremo mai il risultato finché i rappresentanti del partito non potranno monitorare il conteggio” dice un uomo.

Il voto del 31 ottobre era atteso da tempo, rinviato più volte. Un voto storico per un Paese un tempo considerato il modello di stabilità nel panorama africano poi caduto nel caos della guerra civile nel 2002.

Con circa il 33% delle preferenze, l’ex Premier Alassane Ouattara ottiene il secondo posto, dietro al Capo di Stato uscente Laurent Gbagbo, che – sempre stando alla conta ufficiale – ha ottenuto il 38% delle preferenze. Il voto non ha fatto registrare incidenti: 4.2 milioni di persone si sono recate alle urne.