ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A dicembre il verdetto. Khodorkovsky grida al regime

Lettura in corso:

A dicembre il verdetto. Khodorkovsky grida al regime

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 15 dicembre il verdetto del nuovo processo a Mikhail Khodorkovksy. E’ in quella data che una corte di Mosca si pronuncerà sul destino dell’ex patron della Yukos, accusato insieme al socio Platon Lebedev di aver sottratto petrolio alla disciolta compagnia per quasi venti miliardi di euro. Ipotesi da lui stesso bollate, in uno dei suoi ultimi interventi, come accuse insensate di un regime schizofrenico.

“Continuiamo a sperare in un verdetto equo – ha detto Vladimir Krasnov, uno dei suoi avvocati – perché in matematica c‘è sempre una probabilità. Probabilità che in questo caso tendono però allo zero”.

Convinzione della difesa, condivisa da molti in Russia, è che si tratti di un processo politico volto a punire l’insubordinazione al Cremlino di Khodorkovsky.

Già in carcere dal 2003 in seguito a un precedente giudizio, se condannato rischia insieme a Lebedev la reclusione fino al 2017.