ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Baghdad: funerali delle vittime cattoliche

Lettura in corso:

Baghdad: funerali delle vittime cattoliche

Dimensioni di testo Aa Aa

Funerali a Baghdad dopo la strage alla chiesa cattolica, 52 i poliziotti e gli ostaggi morti, un’ottantina i feriti, 5 i terroristi uccisi.

Questo il primo bilancio del sequestro di fedeli rivendicato da affiliati di Al Quaeda e interrotto domenica dal blitz delle forze di sicurezza.

Un’operazione finita in massacro e molto criticata, come gli Stati Uniti che l’avrebbero caldeggiata.

Ci siamo limitati a dare consigli, precisa Washington che nega una parte più attiva.

“La colpa è del governo”, dice un iracheno, “E il governo che abbiamo è quello che gli Stati Uniti hanno istallato. Grazie Bush, grazie Obama, grazie America, grazie Stati Uniti!”.

Più di 100 persone assistevano alla messa nella cattedrale siro-cattolica, la più grande della capitale irachena, quando il commando armato ha fatto irruzione chiedendo la liberazione di prigionieri jihadisti. Una chiesa che già in passato è stata attaccata più volte.

E minacce sono arrivate intanto anche all’Egitto: 48 ore per liberare le mogli di alcuni sacerdoti della chiesa copta. Rapite perché volevano convertirsi all’Islam, dice Al Quaeda.