ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dilma Russeff verso la vittoria al ballottaggio di domenica in Brasile

Lettura in corso:

Dilma Russeff verso la vittoria al ballottaggio di domenica in Brasile

Dimensioni di testo Aa Aa

Anche l’ultimo faccia a faccia televisivo ha confermato il netto vantaggio di Dilma Russeff al ballottaggio di domenica per le presidenziali in Brasile.

La candidata sostenuta dall’uscente Lula da Silva si è imposta sul suo concorrente, il conservatore Josè Serra, rispecchiando i sondaggi che la danno per vincente 57 a 43.

Parlando da presidente, la Russeff ha promesso di occuparsi delle necessità materiali dei milioni di brasiliani, che, ha sottolineato, sono uomini e donne in carne e ossa, e non astratte entità.

Dilma Russeff, che potrebbe diventare la prima donna alla testa del Brasile, è una economista di formazione, con un passato nella lotta armata contro la dittatura militare degli anni Settanta.

Punta a contenere il danno di una sconfitta annunciata, Josè Serra, figlio di emigranti calabresi, che dopo aver tentato di incassare l’appello del papa a sostenere le forze antiabortiste, ha scelto temi cari alla sinistra per il suo discorso conclusivo, promettendo sicurezza sociale, scuola e nuovi posti di lavoro.

Sono 135 milioni gli elettori brasiliani chiamati alle urne domenica. Secondo i sondaggi potrebbe rientrare l’importante astensionismo registrato al primo turno, ed è dato in calo anche il numero degli indecisi.

Tra i più attivi in questa campagna elettorale, una parte dei vescovi brasiliani, che hanno trasformato chiese e parrocchie in uffici di propaganda, nel tentativo di scongiurare l’elezione della Russeff, favorevole all’aborto e ai matrimoni omosessuali.