ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora contrasti tra i Ventisette sui dettagli della riforma

Lettura in corso:

Ancora contrasti tra i Ventisette sui dettagli della riforma

Dimensioni di testo Aa Aa

L’accordo trovato nel vertice di Bruxelles stabilisce il principio della creazione di un meccanismo di sostegno ai Paesi della zona euro in difficoltà, ma lascia aperte ancora molte occasioni di contrasto e discordia tra i Ventisette.

“Questo non ha alcuna importanza – dice il presidente Hermann Van Rompuy -. Noi ci siamo messi d’accordo sul principio che occorre un meccanismo permanente di crisi; e per avere questo meccanismo ci vuole una modifica limitata, un emendamento limitato al trattato”.

Restano divergenze di fondo anche su questioni di budget europeo, come fa notare il capogruppo socialista al Parlamento Martin Schultz.

“Si mantengono le spese per l’agricoltura, ma ora avremo il servizio esteri e si resta sullo stesso budget. Dove andremo a ridurre, allora? Su ricerca, sviluppo, istruzione, infrastrutture?”.

Il servizio esteri a cui faceva riferimento Schultz è quello diretto da Catherine Ashton, che impiegherà circa seimila funzionari.

La decisione finale sulla riforma di Lisbona sarà presa nel vertice di dicembre, per una modifica del trattato da realizzare nel 2013.