ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il presunto Bin Laden allarma la Francia. Eliseo diviso

Lettura in corso:

Il presunto Bin Laden allarma la Francia. Eliseo diviso

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima la benzina, poi l’acqua sul fuoco. Dopo l’allarme generato dal presunto messaggio di Bin Laden alla Francia, l’Eliseo si contraddice e invita alla cautela. “Attendibilità confermata e vigilanza totale” annuncia il Ministro degli esteri. “Autenticità in dubbio” dice quello della Difesa. Nessun nesso con il possibile altolà del numero uno di Al Qaida, assicura poi, ma il ritiro dall’Afghanistan potrà iniziare il prossimo anno.

“C‘è un appuntamento fissato dalla Nato nell’ambito della nuova strategia – ha detto ai microfoni della radio RTL il titolare della Difesa Hervé Morin -, ed è per l’inizio del 2011. A partire da allora inizieremo a trasferire tutta una serie di distretti all’esercito afghano. A quel punto ci potrebbero essere i primi ritiri delle forze alleate dall’Afghanistan”.

Proprio il ritiro dall’Afghanistan era stato indicato nel controverso messaggio audio come unica garanzia per la sicurezza di Francia e francesi nel mondo.

A confermarlo sarebbe la vicenda dei cinque tecnici rapiti in Niger: nient’altro, secondo il sedicente Bin Laden, che una reazione al trattamento riservato da Parigi ai fratelli musulmani.