ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si aggrava il bilancio dei morti in Indonesia

Lettura in corso:

Si aggrava il bilancio dei morti in Indonesia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il terremoto, lo tsunami, le inondazioni, il vulcano. L’Indonesia fa i conti con le catastrofi naturali che la stanno colpendo, e che hanno già causato centinaia di vittime. I soccorritori sono al lavoro per trovare sopravvissuti, in seguito al sisma che ha colpito al largo di Sumatra. I morti sono già oltre 150, circa 500 i dispersi.
 
Il terremoto ha innescato uno tsunami, con onde alte almeno tre metri. Qualcuno parla di 6. Interi villaggi sono stati inghiottiti dall’acqua. Daniel North, statunitense, membro dell’equipaggio di uno yatch, racconta l’incidente avventuto quando un’altra imbarcazione è stata scaraventata contro la sua dalla violenza dell’acqua.
 
Il terremoto ha colpito la parte meridionale delle isole Mentawai, lungo la costa occidentale di Sumatra, ancora memore dello tsunami del 2004. A questo si aggiungono le inondazioni, che hanno bloccato diverse aree della capitale indonesiana Giacarta.
 
Sul versante orientale di Giava, con le sue ceneri e lapilli, il vulcano Merapi ha già causato almeno 25 morti, tra cui un neonato, e distrutto migliaia di case. L’Indonesia si estende lungo la Cintura di Fuoco del Pacifico, dove diverse faglie si sovrappongono – e conta un’ottantina di vulcani attivi. L’attività del Merapi minaccia di intensificarsi nei prossimi giorni.