ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: riforma pensioni verso voto finale, domani sciopero

Lettura in corso:

Francia: riforma pensioni verso voto finale, domani sciopero

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo francese conta di chiudere oggi la partita della riforma pensionistica. L’opposizione non si dà per vinta. E domani è di nuovo sciopero. Dopo il “sì” definitivo in Senato, il progetto di legge elaborato dal ministro del lavoro Eric Woerth passa in Assemblea Nazionale per l’ultimo voto, ma i socialisti pensano già a un ricorso al Consiglio costituzionale: “Lo abbiamo sempre detto e lo torniamo a dire oggi che arriveremo fino in fondo – ha detto Jean-Marc Ayrault, Presidente del gruppo PS all’Assemblea Nazionale -. Questo fa parte della battaglia politica”.

La protesta, complice le vacanze per Ognissanti, si è affievolita, anche se alcuni disagi restano. Molti camion-cisterna, ad esempio, non arrivano ancora a destinazione e circa il 20 percento delle stazioni di servizio restano a secco. Migliora, però, la situazione del traffico ferroviario, così come quella di Marsiglia, che per oltre due settimane è rimasta sepolta dai rifiuti a causa dello sciopero degli addetti alla nettezza urbana. “Non lavoreremo fino a 65 anni – dice un netturbino -. Per ora abbiamo ripreso a lavorare, ma non è ancora finita”.

La riforma pensionistica ha infiammato il dibattito politico e paralizzato la Francia nelle scorse settimane, con una serie di scioperi e proteste. Secondo gli esperti, l’iter dovrebbe concludersi entro metà novembre con la promulgazione della legge. Ma già domani è in programma una nuova giornata di mobilitazione. E si replica il 6 novembre.