ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arabi e ultraortodossi. Contesa e scontri nel nord di Israele

Lettura in corso:

Arabi e ultraortodossi. Contesa e scontri nel nord di Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

Spari, lacrimogeni, arresti. Scontri e tensioni nel nord di Israele, per evitare il contatto fra manifestanti arabi e ultranazionalisti.

Oltre mille gli agenti intervenuti al fine di disperdere i militanti del Movimento islamico israeliano, scesi in strada per protestare contro una marcia ultraortodossa, che minacciava di sfilare proprio davanti alla loro sede.

Teatro degli scontri Uhm el-Fahem: cittadina al confine con la Cisgiordania, roccaforte dello stesso Movimento islamico israeliano.

“Siamo venuti a manifestare a Uhm el-Fahem, sul territorio israeliano – dice uno degli organizzatori della protesta -. E proprio qui dobbiamo ancora fare i contri con il cancro di un movimento che vuole distruggere lo Stato di Israele e unirsi alla battaglia di Hezbollah e Hamas”.

La marcia degli ultranazionalisti arriva all’indomani della commemorazione per i 20 anni dall’assassinio del rabbino Meir Kahane: fondatore del partito Kach, poi bandito dalla Knesset israeliana perché accusato di istigare il razzismo.