ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Serra insegue, Rousseff vola. Brasile verso il ballottaggio

Lettura in corso:

Serra insegue, Rousseff vola. Brasile verso il ballottaggio

Dimensioni di testo Aa Aa

Dilma Rousseff prende il largo, in vista del ballottaggio per le presidenziali in Brasile. Nel penultimo confronto televisivo prima del voto di domenica, a José Serra non basta alzare i toni e cavalcare gli argomenti polemici di immoralità e corruzione, per frenare il ritrovato slancio della delfina di Lula.

“Il problema – dice – è che il Partito dei lavoratori, il suo candidato e il governo sono travolti dagli scandali. Ogni settimana ne spuntano di nuovi. Vogliono far credere alla gente che tra noi non ci siano differenze, ma non è così. Io alle spalle ho 40 anni di carriera al servizio del paese e nessuna ombra sul mio passato”.

Ping pong di accuse, a cui l’avversaria risponde per le rime, rinfacciando all’avversario una propensione all’autorefenzialità, in contrasto con la modestia, da cui si è sempre detto ispirato.

Capitalizzato il sostegno del presidente Lula, Rousseff è data dagli ultimi sondaggi in vantaggio di 11 punti. A meno di improbabili colpi scena, per Serra un baratro ormai difficilmente colmabile.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

(2) Dilma Rousseff prende il largo, in vista del ballottaggio per le presidenziali in Brasile. Nel penultimo confronto televisivo prima del voto di domenica, a José Serra non basta alzare i toni e cavalcare gli argomenti polemici di immoralità e corruzione, per frenare il ritrovato slancio della delfina di Lula.

(sot19) “Il problema – dice – è che il Partito dei lavoratori, il suo candidato e il governo sono travolti dagli scandali. Ogni settimana ne spuntano di nuovi. Vogliono far credere alla gente che tra noi non ci siano differenze, ma non è così. Io alle spalle ho 40 anni di carriera al servizio del paese e nessuna ombra sul mio passato”. (18/21)

(41)

(sot43) Ping pong di accuse, a cui l’avversaria risponde per le rime, rinfacciando all’avversario una propensione all’autorefenzialità, in contrasto con la modestia, da cui si è sempre detto ispirato. (11/12)

(57) Capitalizzato il sostegno del presidente Lula, Rousseff è data dagli ultimi sondaggi in vantaggio di 11 punti.

(04) A meno di improbabili colpi scena, per Serra un baratro ormai difficilmente colmabile.