ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni midterm, democratici in ribasso nei sondaggi

Lettura in corso:

Elezioni midterm, democratici in ribasso nei sondaggi

Dimensioni di testo Aa Aa

Conto alla rovescia per le elezioni di metà mandato negli Stati Uniti, il 2 novembre. Da rinnovare, la Camera, 37 governatori e altrettanti senatori.

I sondaggi danno Obama in ribasso, la Camera ai repubblicani, un leggero vantaggio democratico al Senato.

Un congresso che rischia di rivelarsi ostile, e 2 anni difficili per Obama.

Ma, Clinton docet, non è detto che sia un male: “Se fosse furbo, comincerebbe a informarsi su quel che Clinton ha fatto dopo il ’94”, commenta Bradley Blakeman, già consigliere di George Bush, “Clinton si è reso conto che per fornire il tipo di soddisfazione di cui aveva bisogno per essere rieletto, doveva lavorare con i due campi. Per difficile che fosse, battuto sull’assistenza sanitaria, è riuscito comunque a farsi rieleggere”.

Una vittoria che Bill Clinton ha ottenuto lavorando di concerto con il Congresso repubblicano e ridimensionando le proprie ambizioni.

Insomma, come girare a proprio vantaggio una sconfitta data per probabile, trascinata dai tiepidi risultati economici.

E un esempio su cui meditare per Barack Obama, che intanto continua la sua campagna in giro per il paese, offrendo appoggio ai candidati democratici in difficoltà.