ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sbloccati i depositi carburanti in Francia

Lettura in corso:

Sbloccati i depositi carburanti in Francia

Dimensioni di testo Aa Aa

Migliora la situazione nel settore petrolifero in Francia, ma giovedì sarà di nuovo sciopero, mentre la contestata riforma delle pensioni continua, senza sosta, il suo cammino. I depositi di carburante – a partire dal principale, quello di Fos sur Mer, a Marsiglia – sono stati sbloccati e alcune raffinerie hanno deciso di riaprire. Le autocisterne possono dunque riprendere a consegnare carburante, ma gli addetti ai depositi promettono di continuare a dare battaglia al governo Sarkozy.

La legge che punta, in primo luogo, ad innalzare di due anni l’età minima pensionabile prosegue il suo iter e mercoledì prossimo è in programma il voto finale. In sua difesa il capo della Commissione Affari Sociali al Senato: “Con un’aspettativa di vita sempre più lunga – ha detto Pierre Mèhaignerie -, non credo ci sia altra soluzione. Credo sia stato trovato un compromesso”.

In molte stazioni di servizio le difficoltà sono visibili, con molti francesi in vacanza per le festività di Ognissanti. Secondo il ministro dell’Economia, la crisi scatenata dalla riforma costa alla Francia tra 200 e 400 milioni di euro al giorno.