ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sanzioni e regole per Google Street view

Lettura in corso:

Sanzioni e regole per Google Street view

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la Spagna, anche l’Italia regolamenta la questione Google cars, accusate di violare la privacy dei cittadini mentre fotograno la città e stabiliscono itinerari urbani, un servizio attivo in 23 paesi.

Per il garante della privacy, le auto Street view d’ora in avanti dovranno essere riconoscibili e i cittadini informati del loro passaggio. Pena sanzioni pecuniarie fino a 180 mila euro.

“È davvero preoccupante che nei due anni di operatività di Google Street view, un sistema che fotografa strade e case e fornisce le direzioni per aiutare le persone a orientarsi meglio”, dice il responsabile di una Ong britannica, “siano stati raccolti anche indirizzi e-mail, passwords e numeri di carta di credito. Ci si chiede cosa succederà ancora”.

L’ente canadese incaricato delle indagini parla di raccolta non autorizzata di dati trasmessi su reti Wi-Fi non protette e assenza di controllo.

“Oggigiorno sembra che non ci sia privacy”, commenta una cittadina, “ormai nulla di ciò che le persone sanno può restare privato o segreto”.

Europa e Canada chiedono la distruzione immediata dei dati così raccolti, regole più severe e formazione adeguata del personale.

Per Google, si tratta di un errore tecnico, mentre anche Germania, Francia e Gran Bretagna hanno aperto un’inchiesta.