ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il dialogo non ferma la protesta. In piazza contro Stuttgart 21

Lettura in corso:

Il dialogo non ferma la protesta. In piazza contro Stuttgart 21

Dimensioni di testo Aa Aa

I negoziati non fermano la protesta contro Stuggart 21. A tre giorni dai primi colloqui indiretti coi vertici del Baden-Wurttenberg, il fronte del no torna in piazza.

Rivendicata condizione per il dialogo: il preliminare congelamento dei lavori per lo snodo ferroviario dell’alta velocità, che trasformerà in sotterranea la stazione di Stoccarda.

“Sono davvero molto curiosa di vedere a cosa porteranno questi negoziati – dice una cittadina -. Spero ovviamente che ne emerga un accordo, e soprattutto che sia rispettoso della nostra qualità della vita”. Meno fiducioso un altro, che ravvede appena limitati margini di trattativa: “A dire il vero non credo che si possa aspettare uno stop completo del progetto. Al massimo ritengo si possa arrivare al compromesso su qualche dettaglio, che vada incontro alle richieste dei cittadini”.

Già costato la vita agli alberi secolari che sorgevano nei pressi della stazione, Stuttgart 21 prevede ancora la realizzazione di 16 tunnel, 18 ponti e una sessantina di chilometri di binari.

Maxi-opera ormai stimata intorno ai 7 miliardi di euro, che rischia di costare cara anche sul piano politico. A sei mesi dalle elezioni regionali, l’amministrazione cristiano-democratica del Land sta già pagando la strenua difesa all’avveniristico progetto con un’emorragia di consensi in favore dei verdi.

xxxxxxxxxxxxxxxxx

(2) I negoziati non fermano la protesta contro Stuggart 21. A tre giorni dai primi colloqui indiretti coi vertici del Baden-Wurttenberg, il fronte del no torna in piazza.

(10) Rivendicata condizione per il dialogo: il preliminare congelamento dei lavori per lo snodo ferroviario dell’alta velocità, che trasformerà in sotterranea la stazione di Stoccarda.

(sot20) “Sono davvero molto curiosa di vedere a cosa porteranno questi negoziati – dice una cittadina -. Spero ovviamente che ne emerga un accordo, e soprattutto che sia rispettoso della nostra qualità della vita”. (10/16)

(sot36) Meno fiducioso un altro, che ravvede appena limitati margini di trattativa: “A dire il vero non credo che si possa aspettare uno stop completo del progetto. Al massimo ritengo si possa arrivare al compromesso su qualche dettaglio, che vada incontro alle richieste dei cittadini”. (11/15)

(51) Già costato la vita agli alberi secolari che sorgevano nei pressi della stazione, Stuttgart 21 prevede ancora la realizzazione di 16 tunnel, 18 ponti e una sessantina di chilometri di binari.

(01) Maxi-opera ormai stimata intorno ai 7 miliardi di euro, che rischia di costare cara anche sul piano politico. A sei mesi dalle elezioni regionali, l’amministrazione cristiano-democratica del Land sta già pagando la strenua difesa all’avveniristico progetto con un’emorragia di consensi in favore dei verdi.