ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stoccarda 21, per la prima volta in piazza il Sì

Lettura in corso:

Stoccarda 21, per la prima volta in piazza il Sì

Dimensioni di testo Aa Aa

I favorevoli al progetto Stoccarda 21 hanno fatto sentire ieri per la prima volta la loro voce. Sono scesi in piazza al grido di “Avanti con i lavori” della criticatissima grande opera, che trasformerà la storica stazione della città tedesca, in una stazione di transito sotterraneo aprendo all’alta velocità tra Stoccarda e Ulm. “Se non rispetteremo gli accordi – dice il numero uno delle ferrovie tedesche – fioccheranno le cause, e io non voglio”.

Il progetto modernizza la città e crea posti di lavoro secondo i diecimila, stimati dagli organizzatori. Voci che danno manforte al Cancelliere Angela Merkel ed ai cristianodemocratici, strenui difensori del controverso piano. “Quando la protesta è cominciata – dice questo manifestante per il Sì – ho sentito la necessità di mostrare che non rappresentava la maggioranza”

Sempre ieri sono tornati in piazza i manifestanti del No. Erano sedicimila secondo la Polizia, 50 mila dicono gli organizzatori. Si tratta per loro di un’opera inutile che non migliorerà il traffico su rotaia pur avendo costi faraonici, i sette miliardi di euro previsti sarebbero sottostimati.