ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: battaglia legale su riapertura raffineria

Lettura in corso:

Francia: battaglia legale su riapertura raffineria

Dimensioni di testo Aa Aa

In Francia vacanze di Ognissanti condizionate dalla scarsità di carburante. Migliorata la situazione del traffico ferroviario, a pieno regime le stazioni di servizio in autostrada, si registrano ancora disagi in molti distributori, soprattutto in Bretagna e nella regione parigina dove un terzo dei punti di rifornimento restano a secco.

“La situazione – racconta un’automobilista – non migliora, ma riusciamo a trovare del carburante. Nei trasporti è il caos. I treni sono stracolmi, la gente inizia a diventare aggressiva, siamo tutti stufi, ma non penso che il governo si fermerà”.

Venerdì sera il Senato ha approvato la contestata riforma delle pensioni, all’origine degli scioperi e delle manifestazioni. 177 i voti favorevoli alla legge che prevede l’innalzamento dell’età minima pensionabile da 60 a 62 anni.

È battaglia legale intanto sulla riapertura della raffineria di Grandpuits, nei pressi di Parigi, da parte della polizia. Venerdì sera il tribunale amministrativo locale aveva sospeso la decisione del prefetto di precettare i dipendenti perché viola il diritto di sciopero.

“Per quanto riguarda i prossimi giorni – promette Cedric Franco, rappresentante sindacale – i lavoratori restano mobilitati, sono ancora in sciopero e chiederemo un nuovo intervento della giustizia. Il dossier è pronto e sarà inviato lunedì al tribunale”.

Il ministero dell’Interno infatti è corso ai ripari adottando un nuovo decreto in cui viene precettato solo il personale definito ‘strettamente necessario’.