ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fiducia e dollari contro il terrorismo. Washington rassicura Islamabad

Lettura in corso:

Fiducia e dollari contro il terrorismo. Washington rassicura Islamabad

Dimensioni di testo Aa Aa

Rinnovata fiducia e un fiume di dollari. Così, da Washington, gli Stati Uniti hanno ribadito al Pakistan il proprio appoggio nella lotta al terrorismo.

Impegni che all’alba di nuove possibili rivelazioni di Wikileaks, sembrano voler dissipare i dubbi di recente sollevati su Islamabad.

“Voglio dire pubblicamente – le parole del Segretario di Stato, Hillary Clinton – quanto molti di noi hanno sempre sostenuto in privato: per quanto riguarda l’impegno contro il terrorismo che minaccia entrambi i nostri paesi, non abbiamo partner più stretto del Pakistan. Al Congresso chiederemo due miliardi di dollari in aiuti militari, per il periodo dal 2012 al 2016”.

Il Ministro degli esteri pachistano Shah Mehmood Qureshi allontana ogni sospetto. “I profeti di sventura – dice – sono di nuovo all’opera, prefigurando scenari catastrofici per la nostra alleanza. Ma si sbagliano di grosso”.

Il probabile riferimento è al sito di Julian Assange, che a luglio aveva denunciato il presunto sostegno ai taleban da parte di frange dei servizi pakistani. Sospetti che la Casa Bianca sembra ora aver pubblicamente archiviato, in nome dell’urgente conquista della fiducia della popolazione.

Obiettivo in nome del quale il Congresso americano ha già stanziato altri 7 miliardi e mezzo di dollari destinati a infrastrutture, scolarizzazione e sanità.