ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strasburgo vota aumento del budget Ue

Lettura in corso:

Strasburgo vota aumento del budget Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

In tempi di austerità la Gran Bretagna taglia, l’Unione cerca nuove entrate.
In plenaria gli eurodeputati hanno votato un aumento del bilancio europeo a partire dal 2011 pari al 6%.
Un provvedimento in controtendenza con quanto vogliono gli stati membri che vogliono ridurre i versamenti all’Unione.
Oggi i 27 contribuiscono per il 76% al budget comunitario.

Alain Lamassoure, eurodeputato del PPE:

“Bisogna arrivare a un sistema che non gravi sul contribuente, che non pesi sui bilanci nazionali e sia trasparente per gli elettori-contribuenti. Abbiamo bisogno di risorse europee per le politiche europee”.

I governi premono sulla riduzione della spesa, cosa quasi impossibile con il trattato di Lisbona che apre nuovi capitoli di spesa e investimento.

Le proposte ufficiali della Commissione arriveranno à metà del 2011.
Tra le altre misure è in discussione una tassa europea e una sulle transazioni finanziarie.

Janusz Lewandowski
EU budget commissioner

“Visto il contesto, un contesto di crisi, sarà difficile , non possiamo avere né grandi perdenti né grandi vincitori. In questo contesto dovremo rivedere anche lo sconto nei versamenti di cui beneficia Londra”.

Rivedere lo sconto britannico,
significa anche rivedere il budget destinato alla politica agricola comune, cui è destinato il 40% del bilancio comunitario.

L’eccezione, o sconto britannico fu negoziato nel 1984 da Margaret Thatcher perché il contributo netto del Regno Unito era all’epoca troppo alto rispetto agli aiuti per l’agricoltura che tornavano indietro oltremanica.