ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Meno fondi, più sicurezza. Londra si prepara alla guerra del futuro

Lettura in corso:

Meno fondi, più sicurezza. Londra si prepara alla guerra del futuro

Dimensioni di testo Aa Aa

Meno fondi, più sicurezza. E’ con un’acrobazia retorica che il governo britannico prepara il terreno agli annunciati tagli alla difesa: riduzioni fino al 25% nel settore degli armamenti pesanti e tradizionali, che per i prossimi quattro anni dovrebbero nel complesso attestarsi su una media dell’8%.

“Abbiamo ereditato un budget per la difesa che è decisamente fuori misura – dice il Ministro degli esteri britannico, William Hague -. Una spesa pari a 10 milioni di sterline al giorno, per i prossimi 10 anni. Anche se mirassimo al semplice pareggio dei conti, dovremmo quindi comunque ridurlo pesantemente. Nonostante i tagli, il nostro rimarrà tuttavia il terzo o quarto budget per la difesa al mondo. Resteremo una potenza militare su scala globale”.

Conclusioni, almeno sulla carta autorizzate dalla revisione delle minacce per il Regno Unito, stilata dagli esperti: in testa, insieme a possibili attacchi informatici a reti governative e autorità per la sicurezza aerea, anche emergenze sanitarie come pandemie di influenza, terrorismo e conflitti con gli indipendentisti irlandesi.

Tramontata la guerra tradizionale, sarebbe insomma tempo di prepararsi a quella del futuro. Tutto sta ora a spiegarlo agli oltre 9000 uomini, che Londra mantiene in Afghanistan.