ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il presidente cileno: "Più sicurezza", ma i minatori protestano

Lettura in corso:

Il presidente cileno: "Più sicurezza", ma i minatori protestano

Dimensioni di testo Aa Aa

Una pietra della miniera di San José: è il regalo del presidente cileno Sebastian Pinera al premier britannico David Cameron. In visita a Londra durante un tour europeo, Pinera ha detto che il Cile rafforzerà la sicurezza delle sue miniere, costi quel che costi. Il budget dell’organo di regolamentazione della sicurezza sul lavoro sarà triplicato.

Ma nella madrepatria, i minatori non dimostrano di non dare molto peso alle affermazioni del presidente. Soprattutto i 300 licenziati della miniera che per due mesi è stata al centro dell’attenzione del mondo per il salvataggio dei 33 imprigionati.

“Non è questo il modo di trattare i lavoratori – dice un minatore -. E’ la mancanza di rispetto che ha ucciso 7 minatori di questa società e ne ha intrappolati altri 33, che oggi i proprietari trascinano dalla loro parte”.

I licenziati protestano perché l’indennità di fine rapporto non viene loro corrisposta in unica soluzione, ma in 12 rate. I manifestanti hanno anche bloccato il traffico nella strada principale di Copiapò.