ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq filo-iraniano? Il premier Al Maliki allarma l'Occidente

Lettura in corso:

Iraq filo-iraniano? Il premier Al Maliki allarma l'Occidente

Dimensioni di testo Aa Aa

Nouri al Maliki allarma Israele e Stati Uniti col suo viaggio Medio Oriente. Ad alimentare le inquietudini internazionali, soprattutto lo spettro di un governo sostenuto dall’Iran, che ha portato il premier iracheno a Teheran.

Missione diplomatica e incontri ad alto livello anche con l’ayatollah Khamenei, volti a superare l’impasse politica del suo paese, dopo le inconcludenti elezioni dello scorso marzo. Una prospettiva che rischia di condannare all’emarginazione la minoranza sunnita e in patria spaventa per il sostegno già incassato da Moktada Al Sadr: imam radicale e leader del Movimento Sadrista, che in polemica con Baghdad, proprio in Iran ha trovato volontario esilio.

Preoccupazioni alimentate sul piano internazionale, dall’accresciuto peso che guadagnerebbe Teheran nell’intera regione.

L’allarme di Washington si concentra sul campo libero che le lascerebbe il proprio ritiro dall’Iraq. Quello di Israele sullo spettro di una sua crescente influenza, di recente rilanciato dalla trionfale accoglienza riservata in Libano al presidente iraniano Ahmadinejad.