ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Avvocato Sakineh: donne in Iran ridotte in schiavitù

Lettura in corso:

Avvocato Sakineh: donne in Iran ridotte in schiavitù

Dimensioni di testo Aa Aa

Il caso di Sakineh come esempio della condizione di schiavitù in cui sono costrette le donne in Iran. La denuncia arriva dall’ex avvocato della donna iraniana condannata a morte per adulterio e complicità nell’omicidio del marito.

Una condanna che ancora non è stata eseguita, in un processo tutt’altro che trasparente.

“Penso che ci siano ragioni politiche che spingono il regime iraniano a manipolare in questo modo il caso di Sakineh”, ha detto. “Vogliono sviare l’attenzione della comunità internazionale dalle violazioni dei diritti umani in Iran. Quando tutti si focalizzano su un caso come quello di Sakineh, si dimenticano degli arresti dei giornalisti, degli oppositori, dei prigionieri politici: oggi, è questa la politica del regime iraniano”.

Invitato a Bruxelles a parlare davanti alla Commissione del Parlamento europeo per i diritti umani, Mohammad Mostafaei ha chiesto il sostegno dei paesi occidentali, affinché facciano pressione sul governo di Teheran e accettino le richieste di asilo presentate dai rifugiati iraniani.