ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francesi tornano in piazza contro riforma pensioni

Lettura in corso:

Francesi tornano in piazza contro riforma pensioni

Dimensioni di testo Aa Aa

La protesta contro la riforma delle pensioni in Francia ha ampliato la sua base: 3 milioni e mezzo di persone hanno aderito allo sciopero generale, secondo le stime degli organizzatori; poco più di un milione secondo la polizia.

Un bilancio comunque in aumento rispetto alla precedente mobilitazione del 2 ottobre.

Un segnale che incoraggia i sindacati e che fa dire all’ex candidata socialista alle presidenziali, Segolene Royal, che gli studenti devono continuare a mobilitarsi a fianco dei lavoratori, in modo pacifico, per far sentire la loro voce e vincere le resistenze del governo.

Il premier Francois Fillon ha però ribadito che rinunciare alla riforma che porta da 60 a 62 anni l’età minima per la pensione sarebbe una follia economica e una catastrofe sociale.

Nelle ultime settimana, il governo ha accelerato le tappe per l’approvazione del progetto di legge, nella speranza di fiaccare la determinazione delle forze sociali.

Ma la partita non è ancora chiusa. Dopo una giornata che ha visto i treni fermi e gli aerei dimezzati, lo sciopero continuerà a oltranza nel settore dei trasporti, in particolare a Parigi. Nonostante i disagi, sei francesi su dieci sostengono la mobilitazione.