ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cile, minatore Sepulveda: "Il mondo del lavoro deve fare molti cambiamenti"

Lettura in corso:

Cile, minatore Sepulveda: "Il mondo del lavoro deve fare molti cambiamenti"

Dimensioni di testo Aa Aa

‘‘Non trattatemi come se fossi un artista, un animatore’‘: Così Mario Sepulveda, il secondo operaio ad essere stato estratto dalla miniera di San José. Nelle brevi dichiarazioni fatte poco dopo aver riabbracciato i suoi cari, l’uomo, di cui i media hanno messo in risalto il carattere aperto e le doti di comunicatore, ha detto di voler continuare ‘‘a essere trattato come un lavoratore, come un minatore’‘. Oltre a ringraziare Dio e i soccorritori, ha parlato della necessità di cambiamenti nel mondo del lavoro.

“Ero con Dio e con diavolo: entrambi mi volevano, ma è Dio che ha vinto, ho preso la sua mano, era la migliore” ha affermato. “Ho sempre avuto fede nei professionisti cileni e nel Creatore”. “Penso che questo Paese – ha poi aggiunto – debba comprendere una volta per tutte che si possono fare dei cambiamenti nel mondo del lavoro: ne devono essere fatti molti. Noi, minatori, non ci fermeremo qui”.

I cileni e il mondo intero hanno gli occhi puntati sulle operazioni di salvataggio in corso. Le famiglie dei minatori ancora intrappolati a oltre seicento metri di profondità stanno aspettando con il fiato sospeso di poter riabbracciare a loro volta i propri cari.