ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cile, il salvataggio e l'orgoglio nazionale

Lettura in corso:

Cile, il salvataggio e l'orgoglio nazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

Un intero paese con il fiato sospeso. L’operazione di salvataggio è ambiziosa, erano tante le incognite della vigilia, a cominciare dalla solidità del terreno. L’ansia delle famiglie a “Campo Esperanza” è la stessa di tante altre mogli e figli che negli ultimi mesi hanno conosciuto le loro storie e sperato. Poi la buona riuscita del primo salvataggio, che ha fatto crescere l’orgoglio nazionale per come il paese ha affrontato l’emergenza.

A migliaia di chilometri da Copipò, a Santiago, in queste ore si respira la stessa apprensione. Le immagini dei minatori sottoterra sono entrati nelle case e nel cuore dei cileni: “Cosa posso dire? – racconta questa abitante di Santiago – sono emozionata nel vederli riemergere. E’ un grande risultato e spero che Dio continui ad aiutarli, Erano seppelliti vivi e sono come resuscitati”.

Nel paese non si parla d’altro. Il crollo della miniera si è verificato mentre il Cile si stava risollevando dalla devastazione del terremoto. Una nuova tragedia cui i cileni hanno risposto stringendosi ancor di più intorno alle famiglie colpite.