ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria, arrestato dirigente Mal per colata tossica

Lettura in corso:

Ungheria, arrestato dirigente Mal per colata tossica

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà ultimata entro martedì la costruzione di un argine supplementare intorno all’impianto per la lavorazione dell’alluminio che, una settimana fa, ha causato il peggior disastro ecologico nella storia dell’Ungheria.
 
I lavori stanno procedendo con rapidità, per scongiurare il rischio di una nuova fuoriuscita di fango tossico, che a questo punto sembra però meno probabile.
 
La diga servirà a proteggere la cittadina di Kolontar, nell’Ungheria occidentale, la più gravemente colpita dalla tragedia che lunedì scorso aveva fatto fatto sette vittime e più di 120 feriti. 
 
Sul fronte giudiziario, è stato arrestato Zoltan Bakonyi, amministratore delegato dell’azienda MAL, proprietaria dell’impianto. Le autorità hanno accertato che non si è trattato di una catastrofe naturale e in parlamento è stato proposto di commissariare la società. Per Bakonyi e i suoi soci, che figurano tra le persone più ricche dell’Ungheria, i danni da ripagare potrebbero ammontare a 73 milioni di euro, secondo le stime del segretario di stato all’ambiente. 
 
La colata tossica ha contaminato fiumi e terreni, arrivando a minacciare l’ecosistema del Danubio.