ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cile: martedí a mezzanotte il salvataggio dei minatori

Lettura in corso:

Cile: martedí a mezzanotte il salvataggio dei minatori

Dimensioni di testo Aa Aa

Preghiere, ansie, speranze. Cosí i familiari dei minatori cileni intrappolati stanno passando gli ultimi giorni prima della liberazione. Le modalità del salvataggio sono una novità assoluta e nessuno puó garantire che tutto andrà secondo le previsioni.

E’ questo il timore della moglie di Mario Gòmez, 52 anni, già sopravvissuto ad altri incidenti in miniera: “Ovviamente ridiamo, parliamo, ma dentro di noi c‘è ancora molta angoscia perché sappiamo che la macchina li ha raggiunti, ma non si sa ancora se ci saranno problemi per riportarli quassú, qui con noi.”

Timore e gioia si alternano anche nell’animo del padre del minatore piú giovane, il 19enne Jimmy Sànchez: “Saró qui ad aspettarlo quando uscirà. Questi ultimi momenti di attesa saranno piú lunghi di tutti quelli dei due mesi passati. E’ come se mio figlio stesse per nascere per la seconda volta, come se stessi diventando papà di nuovo.”

Le operazioni che riporteranno in superficie i 33 minatori cominceranno alla mezzanotte di martedí, ora cilena, le 6 di mercoledí mattina, ore centrale europea. Il salvataggio dovrebbe durare un giorno e mezzo.