ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Così verranno estratti i minatori intrappolati in Cile

Lettura in corso:

Così verranno estratti i minatori intrappolati in Cile

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto pronto alla miniera di San José per lo scoccare dell’ora X. Ingegneri e soccorritori ripassano le procedure di estrazione degli operai.

Tubi d’acciaio di due centimetri di spessore dovrebbero rivestire a scopo precauzionale i primi 96 metri del pozzo. Nel condotto, una gru inserirà poi la capsula di salvataggio: una gabbia metallica di 53 centimetri di diametro che calerà in profondità due soccorritori, un infermiere e un esperto, incaricati di collaudare la struttura e preparare i minatori alla risalita. Prima i più lucidi e reattivi, in grado di reagire a eventuali imprevisti, poi gli altri. Ma tutti con gli occhi rigorosamente protetti da speciali occhiali da sole.

Una volta in superficie, i primi controlli in un ospedale da campo. A ulteriore garanzia, il costante monitoraggio medico durante la risalita e la possibilità di arrestare la capsula in caso di emergenza.