ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria, prime evacuazioni per paura di altro fango tossico

Lettura in corso:

Ungheria, prime evacuazioni per paura di altro fango tossico

Dimensioni di testo Aa Aa

Ungheria, lasciano le loro case per paura di una seconda ondata di fanghi tossici gli 800 abitanti di Kolontar, epicentro del disastro ambientale che ha causato almeno sette morti e centinaia di feriti.

A preoccupare le autorità, un ulteriore cedimento nelle pareti del serbatoio della fabbrica per la lavorazione dell’alluminio di Ajka, a 160 chilometri da Budapest. Oltre a Kolontar, pronti all’evacuazione anche alcuni villaggi vicini.

Immagini aeree mostrano l’ampiezza della falla da cui lunedì sono fuoriusciti migliaia di metri cubi di fanghi tossici, inquinando un’area di 40 chilometri quadrati. Secondo le prime stime degli esperti, il serbatoio era già fissurato e sarebbe stato riempito troppo.

Contaminate le acque dei due affluenti del Danubio Marcal e Raba. Ridimensionato invece per ora l’impatto sul grande fiume: la sua enorme massa d’acqua sarebbe riuscita a diluire la quantità di metalli pesanti.