ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nobel per la Pace al dissidente cinese Liu Xiaobo

Lettura in corso:

Nobel per la Pace al dissidente cinese Liu Xiaobo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il premio Nobel per la Pace 2010 è stato attribuito a Liu Xiaobo, dissidente cinese, simbolo della lotta per i diritti umani nel suo Paese.

Figura di spicco del movimento di Tienanmen nel 1989, sconta una condanna a 11 anni in carcere per “incitamento a sovvertire il potere dello stato”.

“Per oltre due decenni è stato un convinto sostenitore dell’applicazione dei diritti umani fondamentali in Cina”, ha spiegato il presidente del comitato norvegese, Thorburn Jagland. “Il comitato norvegese per il Nobel ha a lungo creduto che ci sia uno stretto legame tra diritti umani e pace”, ha aggiunto. “Tali diritti sono un prerequisito per la fratellanza tra Nazioni di cui ha parlato Alfred Nobel nelle sue volontà”.

L’attribuzione del premio a Xiaobo è destinata a suscitare tensioni tra la Norvegia e la Cina, dove la diretta dell’annuncio sulla BBC è stata interrotta
La polizia cinese avrebbe fatto irruzione nell’abitazione del dissidente, in carcere dal 2008 per aver diffuso il documento Carta 08, in cui si chiedono riforme politiche e il rispetto dei diritti fondamentali.

Il comitato per il Nobel si è anche rivolto al Paese asiatico sostenendo che il suo nuovo status di seconda economia mondiale gli impone “maggiori responsabilità”.