ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arriva il fango tossico, Danubio sotto osservazione

Lettura in corso:

Arriva il fango tossico, Danubio sotto osservazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Il fango tossico è arrivato al Danubio. Riuscirà la sua enorme massa d’acqua a diluire i metalli pesanti e gli acidi? Se lo chiedono gli esperti che lo tengono sotto monitoraggio. In Serbia flora e fauna per ora stanno bene.

Ma è proprio attraverso le vie d’acqua che il fango può sfuggire ai controlli e arrivare nei paesi limitrofi.

Dall’Ungheria il Danubio scorre in Serbia per 600 chilometri circa, poi segue il confine tra Romania e Bulgaria per sfociare infine nel Mar Nero.

Fortemente inquinato il suo affluente Marcal e in parte anche il Raba. Pesci morti sono stati rinvenuti alla confluenza anche se per le autorità il livello di contaminazione è ancora basso.

Si cerca intanto di ripulire dalla fanghiglia rossa strade, case e uomini nei 40 chilometri intorno ad Ajka e all’impianto per la lavorazione dell’alluminio da cui il materiale inquinante è fuoriuscito.

Budapest ha dichiarato lo stato d’emergenza e chiesto l’aiuto dell’Europa per questo disastro ecologico che per il momento ha fatto 4 vittime, oltre 60 feriti e 3 dispersi.