ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria: la marea tossica nel Danubio. Il premier Orban nelle zone sinistrate

Lettura in corso:

Ungheria: la marea tossica nel Danubio. Il premier Orban nelle zone sinistrate

Dimensioni di testo Aa Aa

La marea di fanghi tossici fuoriusciti lunedi da una fabbrica d’alluminio ungherese ha cominciato a riversarsi nel Danubio.
 
Questa mattina i tecnici avevano prelevato campioni d’acqua del fiume scoprendo che il tasso alcalino era superiore al normale. Poco prima i fanghi avevano attraversato il fiume Raab, l’affluente del Danubio facendo strage di pesci.
 
Nella zona sinistrata questa mattina è arrivato il premier Viktor Orban: “Quello che ho visto è terrificante. Una tragedia ecologica di queste dimensioni non era mai accaduta nel nostro paese. Due settimane fa una commissione tecnica aveva fatto dei controlli nella fabbrica non trovando nulla di anormale. Dicevano che era tutto ok? Come potete vedere niente è ok”.

Nei villaggi colpiti dal disastro ambientale la marea è rifluita lasciando traccia del suo passaggio sui muri delle case. Ma il terreno è contaminato da sostanze altamente corrosive e cancerogene. I lavori di decontaminazione saranno lunghi e il danno subito probabilmente irreparabile