ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Islanda, nuova protesta contro il Parlamento

Lettura in corso:

Islanda, nuova protesta contro il Parlamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Lanciano uova e vernice rossa sull’edificio del Parlamento, a Reykjavik. E’ la protesta degli islandesi contro la perdurante crisi che ha impoverito migliaia di famiglie.

Nell’aula dell’assemblea legislativa, il primo ministro Johanna Sigurdardottir stava illustrando le nuove proposte del governo per affrontare la situazione. Fuori, in centinaia si preparavano a passare la notte accampati per continuare la protesta.

“Vogliamo far capire ai politici come ci sentiamo – dice una manifestante -. Il popolo islandese si sta dissanguando, le nostre case bruciano, presto non avremo più niente.

“Protesto – aggiunge un altro – contro questa situazione, contro la disoccupazione e l’inettitudine dei politici”.

La polizia ha tenuto sotto controllo la situazione, senza intervenire. D’altronde, gli stessi poliziotti sono sensibili alla protesta: “In effetti – dice un agente -, anch’io non sto affatto bene finanziariamente”.

Dopo il fallimento delle principali banche, nel 2008, l’Islanda è stata salvata da un prestito del Fondo monetario internazionale. Il reddito medio dei cittadini è sceso del 20 per cento, il valore delle case del 34 per cento e la disoccupazione supera il 7 per cento.