ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paesi Bassi, Wilders a giudizio per odio razziale

Lettura in corso:

Paesi Bassi, Wilders a giudizio per odio razziale

Dimensioni di testo Aa Aa

Incitazione all’odio razziale e discriminazione contro i musulmani: sono le accuse da cui oggi dovrà difendersi in tribunale il leader dell’estrema destra xenofoba olandese, Geert Wilders, componente determinante del nuovo governo del Paese che non si sarebbe formato senza il suo appoggio.

Il capo del Partito delle libertà (Pvv), autore del film anti-Islam “Fitna”, è accusato di incitazione all’odio nei confronti dei musulmani per aver paragonato la fede islamica al nazismo e per aver sostenuto la necessità di bandire il Corano.
Inoltre, è sotto processo per discriminazione razziale verso gli immigrati non occidentali – che ha affermato di voler mandare via dai Paesi Bassi – e soprattutto verso i marocchini. Per le sue affermazioni rischia fino ad un anno di carcere ma non il suo seggio in Parlamento.

La nuova coalizione di centro-destra uscita dalle elezioni politiche ha dovuto piegarsi a chiedere l’appoggio del Pvv che sarà determinante per governare.