ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Serra, paladino della salute a basso prezzo

Lettura in corso:

Serra, paladino della salute a basso prezzo

Dimensioni di testo Aa Aa

José Serra, 68 anni, solo qualche mese fa era dato come nettamente favorito nei sondaggi. Ma in campagna ha finito col farsi distanziare da Dilma Rousseff. È la seconda volta che i socialdemocratici lo candidano alla presidenza.

Nel 2002, è stato travolto da Lula. Non gli era bastato un curriculum esemplare: studi di economia e una solida carriera politica come senatore, sindaco e governatore di San Paolo.

Prima, una militanza attiva fin da giovane, quando il regime militare lo costrinse all’esilio. 14 anni in tutto, fra Cile e Stati Uniti.

Tornato in Brasile, nel 1977, partecipò alla formazione del Partito social democratico brasiliano con Henrique Cardoso.

Cardoso, futuro presidente, che portò Serra con sé al governo. I brasiliani lo conoscono soprattutto per la lotta ingaggiata, come ministro della sanità, in favore dei farmaci generici, in particolare contro l’Aids.

Il suo handicap: la mancanza di carisma. Ma c‘è chi lo vede soprattutto come un’alternativa al partito di Lula. Lui dichiara: “Possiamo avere un governo etico. Un governo che si rivolga alle persone, non ai partiti o a gruppi di potere. Vogliamo un governo che si rivolga a tutti i nostri concittadini, un governo per il popolo brasiliano”.

Una nuova sconfitta potrebbe significare la fine delle ambizioni di Serra all’unico tassello, quello di capo di Stato, che manca al mosaico della sua carriera politica.