ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue: procedura d'infrazione contro la Francia

Lettura in corso:

Ue: procedura d'infrazione contro la Francia

Dimensioni di testo Aa Aa

“La Commissione europea ha deciso di aprire una procedura d’infrazione contro la Francia. In qualità di guardiano dei Trattati, la commissione è determinata a far rispettare la legislazione europea”.

Così la vicepresidente dell’euroesecutivo,Viviane Reding.

La procedura contro Parigi è stata lanciata ma non per discriminazione contro i rom, piuttosto per per un’incompleta trasposizione della direttiva del 2004 sulla libera circolazione dei cittadini europei.

La Francia ha tempo fino al 15 ottobre per conformare la propria normativa a quella europea. Se entro questa data Parigi si mette in regola, la procedura sarà archiviata.

Il ministro dell’immigrazione francese, Eric Besson:

“Per quello che mi sembra di capire siamo ben lontani da un affronto per la Francia, al contrario, ed è la cosa più importante, la commissione non agisce per discriminazione. Questo vuol dire che per la commissione lo smantellamento degli accampamenti illegali, come i rimpatri non sono stati atti di discriminazione”.

La politica dei rimpatri dei rom decisa da Parigi ha acceso un forte dibattito in tutta Europa.
Tra il commissario Reding e Parigi era in corso da alcune settimane un braccio di ferro. Con una sua dichiarazione la reding aveva paragonato i rimpatri dei rom fatti dal governo francese alle deportazioni degli ebrei nella seconda guerra mondiale.