ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Mi sacrifico per Schengen". Il Ministro romeno sulle dimissioni

Lettura in corso:

"Mi sacrifico per Schengen". Il Ministro romeno sulle dimissioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Un passo indietro, per non ostacolare l’ingresso del Paese nell’area Schengen. Il Ministro degli interni romeno ha così spiegato le sue dimissioni, seguite alla manifestazione illegale in cui migliaia di poliziotti avevano chiesto la testa del presidente Traian Basescu.

“Il Ministero degli interni – ha spiegato Vasile Blaga – si trova ad affrontare una sfida cruciale. Quella di raggiungere il più importante traguardo, che il Paese si è posto dopo l’ingresso nell’Unione Europea: l’entrata nell’area Schengen, prevista per il marzo 2011. In un momento così delicato non devono esserci ombre sul Ministero”.

Rapidissima intanto la successione: a tre giorni appena dalla manifestazione della discordia, a rilevare la scomoda eredità di Blaga è il senatore liberal-democratico Constantin Traian Igas.

A lui il compito di ricucire lo strappo con il presidente Traian Vasescu, che parlando di “offesa allo Stato”, ha ieri simbolicamente rinunciato alla protezione della polizia. A innescare le proteste degli agenti, la decurtazione di un quarto degli stipendi, prevista dalle misure di austerità, varate da Bucarest a luglio.