ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pensioni e austerità, proteste in tutta Europa

Lettura in corso:

Pensioni e austerità, proteste in tutta Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Edicole senza giornali, in Francia. Una conseguenza dello sciopero generale di giovedì, al quale hanno aderito da uno a tre milioni di lavoratori, secondo i diversi calcoli di polizia e sindacati.
Le proteste contro piani di austerità o riforme che incidono sul reddito delle classi sociali meno abbienti si moltiplicano in tutta Europa.
In Francia, la lotta contro l’innalzamento dell’età pensionabile continua: i sindacati hanno proclamato altre due giornate di mobilitazione, il 2 e 12 ottobre. Ma il governo fa capire che andrà avanti col suo programma.
“Non rinunceremo – dice il primo ministro François Fillon – ad aumentare la durata dell’attività lavorativa perché se mai lo facessimo, allora il sistema pensionistico crollerebbe sotto il peso del deficit”.
Anche la Spagna si mobilita, contro la legge finanziaria 2011 che il capo del governo Zapatero presenterà la prossima settimana e che conterrà profondi tagli alla spesa pubblica. I sindacati hanno proclamato uno sciopero generale per venerdì 29 e sperano in una partecipazione più ampia rispetto all’ultima manifestazione del giugno scorso.