ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il malcontento europeo contro l'austerity

Lettura in corso:

Il malcontento europeo contro l'austerity

Dimensioni di testo Aa Aa

Stagione di proteste e rabbia in Europa, di fronte alle riforme lanciate dai vari governi per ridurre i deficit pubblici.

In Francia a far male è soprattutto la riforma delle pensioni. L’età pensionabile sale da 60 a 62 anni, ma per la pensione a tasso pieno bisognerà aspettare i 67 anni, contro i 65 di oggi.

In Grecia sono mesi che le proteste vanno avanti, da quando si è cominciato a parlare di austerità per poter ottenere l’aiuto del Fondo monetario internazionale e dell’Unione europea. Negli ultimi giorni sono stati i camionisti a scendere sul piede di guerra contro la legge che liberalizza il settore. Legge approvata mercoledì nonostante tutto.

In Repubblica Ceca, quasi 40 mila funzionari hanno invaso le strade di Praga martedì scorso in protesta contro la riduzione dei salari. Sono arrivati a occupare i locali del ministero dell’interno. Ma senza risultati: il progetto anti-deficit è stato approvato nella notte fra giovedì e venerdì.

In Romania è stato un piano d’austerità draconiano a provocare la contestazione. Per ottenere una nuova tranche dell’aiuto internazionale di 20 miliardi di euro, il governo di Bucarest ha tagliato del 25 per cento i salari del settore pubblico e aumentato l’Iva dal 19 al 24 per cento.